Ritratti

Jackie, lo stile per sempre

Indimenticabile Jackie. Donna simbolo del ‘900, maestra di uno stile che ha affascinato il mondo con una naturale eleganza, con uno chic ereditato da quella upper class della costa orientale e impreziosito dalle origini francesi. Creatura di bellezza moderna e imperfetta dall’impareggiabile charme. Era così Jacqueline Bouvier Kennedy Onassis, figlia dell’aristocrazia del New England, cresciuta tra cavalli, lusso e cultura, la “piccola principessa” di Southampton che durante un ricevimento dell’alta società di Washington D.C. conobbe l’erede di una importante famiglia di politici leader del partito democratico statunitense: John Fitzgrald Kennedy, lo sposò nel 1953, diventando la Fist Lady più giovane della storia;
Jackie e John Kennedy rappresentavano l’orgoglio dell’America degli anni Sessanta: belli, raffinati ed intelligenti incarnavano l’immagine della coppia perfetta, metafora anche visiva del sogno americano e delle aspettative dell’amministrazione Kennedy. La favola fu interrosta bruscamente con tre colpi di pistola a Dallas, ma intanto Jackie aveva portato un nuovo stile alla Casa Bianca allontanando lo stereotipo delle austere First Lady che la precedettero. Per lei la presenza accanto al marito aveva un obiettivo determinato: dare al mondo un’immagine serena ed unita della famiglia presidenziale fino a diventare lei stessa custode dei segreti più imbarazzanti di suo marito. Jackie non fu solo la moglie del Presidente ma colei che riuscì a cambiare l’idea che il mondo aveva della donna americana.
Diede alle statunitensi quell’allure che non avevano mai avuto e non solo a loro. Ancora oggi le donne di classe di tutto il mondo si ispirano a lei, impeccabile e seducente, perfetta ed elegante, vera regina senza corona.
Il rapporto tra Jackie e la moda ebbe molteplici dimensioni e influì profondamente su come un’intera generazione di donne si pose nei confronti del vestirsi e del comportarsi. Lei fissò i canoni di eleganza della donna americana entusiasmando sia il mondo della moda che la stampa specializzata con il suo guardaroba formale indossato alla Casa Bianca, fatto di abitini e cappotti assolutamente a piombo, tagli, finiture, impunture rigorosamente a mano, ma anche capi portati on the road, durante la campagna presidenziale del marito nel 1960. Sontuosi vestiti da sera come quello indossato a Vienna nel 1961 con cui Jackie riuscì ad ammaliare perfino il russo Krusciov.
Il severo vestitino nero dell’udienza papale e lo sfarzoso completo con mantello da opera scelto per la cena di stato con Charles De Gaulle sempre nel 1961 a Versailles. Fino ai vestiti delle due ultime uscite ufficiali, legati alla tragedia della royal family americana: lo Chanel rosa brillante al sole di Dallas, e subito macchiato di sangue, che Jacqueline non si toglie di dosso perché l’America “potesse vedere” e il tailleur nero del lutto, impeccabile, col velo sul volto impietrito dal dolore mentre seguiva a piedi il feretro del marito, tenendo per mano i due figli. Il giorno dopo il London Evening Standard scrisse: “Jacqueline Kennedy ha dato al popolo americano una cosa che gli era sempre mancata: la maestà”.

jackie 3

Mothers-Day-Jackie-O-bekach

Jackie 1

Jackie

 

 

Sharing is caring!

You Might Also Like...

1 Comment

Leave a Reply